MURMURES DES MURS, STAGIONE 2014/2015

 

Interpreti Aurélia Thierrée

Con Jaime Martinez, Magnus Jakobsson

Ideazione e regia Victoria Thierrée-Chaplin

scenografia Victoria Thierrée-Chaplin

realizzata da Etienne Bousquet e Gerd Walter

costumi Véronique Grand, Jacques Perdiguez, Monika Schwarzl e Victoria Thierrée-Chaplin

realizzati da Sophie Bellin e Aurélie Guin

coreografia Victoria Thierrée-Chaplin e Armando Santin

direttore di scena François Hubert

luci Félix Gontan

suono Samuel Montoya-Perez

direttore di palco Pascal de Thier

attrezzeria Marco D‘Amico

sartoria Monika Schwarzl

amministratore di compagnia e tour manager Didier Bendel

coordinatore di produzione Virginia Forlani

produzione Compagnie des Petites Heures / Victoria Thierrée Chaplin

produzione on tour CRT MILANO / FONDAZIONE

Spettacolo disponibile da novembre 2014 

 

 

Murmures des murs (Mormorii dei muri), l'ultimo spettacolo realizzato da una straordinaria famiglia che ha reinventato la poetica del circo.

Aurélia Thierrée, diretta dalla madre Victoria Thierrée Chaplin, è la protagonista di questo viaggio fantastico attraverso città abbandonate, che prendono vita grazie a sorprendenti giochi scenografici.

Alti edifici scivolano dentro e fuori dal palcoscenico, prima risucchiando e poi espellendo personaggi: una creatura simile a una mantide religiosa, uno strano uccello, un serpente marino.... Arrampicandosi sulle facciate degli edifici, Aurélia incontra personaggi immaginari e si immerge in storie intrappolate nei... “mormorii delle pareti”. Come un grande puzzle, che lentamente si ricompone di pezzo in pezzo, Murmures des Murs svela il suo mondo elegante, immaginifico, delicato e stravagante.

Uno spettacolo in continuo movimento - lo stesso dei sogni - in cui gli oggetti, i luoghi, i costumi e le persone appaiono, scompaiono e fluidamente cambiano forma.

Il tutto unito dal virtuosismo e dall’eleganza che contraddistinguono la performance di Aurélia Thierrée, del danzatore Jaime Martinez e del clown-acrobata Magnus Jakobsson.

 

“Settantacinque  folgoranti minuti che lasciano gli spettatori mezzo tramortiti per la bravura degli interpreti e il luccichio delle gemme teatrali dipanate. Una serie di piccole scene oniriche che deliziano in un sogno ad occhi aperti.

Tutto è così perfetto in Murmures des Murs che, alla fine, sorge il dubbio che sia veramente l’illusione a trionfare, a scapito della vita vera che ritroviamo fuori, con il suo grappolo di emozioni belle e brutte con cui dover fare i conti.”

Michele Weiss, La Stampa


http://youtu.be/ZQ5S0TdvhzU

Galleria di immagini